top of page

Riforma Cartabia ed effetti in condominio


Marta Cartabia Ministro della Giustizia
Marta Cartabia Ministro della Giustizia

La riforma Cartabia, entrata in vigore il 30 giugno 2023, ha introdotto una serie di novità anche in materia condominiale. In attesa che l'argomento venga affrontato nel corso della imminente nona edizione di Condominio Eco da Rosario Dolce (avvocato e giornalista pubblicista: autore di diverse monografie sul tema del diritto condominiale), la redazione di 𝗖𝗼𝗻𝗱𝗼𝗺𝗶𝗻𝗶𝗼 𝗘𝗰𝗼 ne anticipa qualche contenuto.


Mediazione obbligatoria

La principale novità riguarda l'introduzione dell'obbligo di mediazione per le controversie condominiali. In pratica, prima di poter avviare un'azione legale, le parti dovranno obbligatoriamente tentare di risolvere la controversia in via stragiudiziale, attraverso un procedimento di mediazione.


Legittimazione dell'amministratore

La riforma ha inoltre ampliato i poteri dell'amministratore di condominio, riconoscendogli la legittimazione ad attivare, aderire e partecipare al procedimento di mediazione.


Effetti pratici

Gli effetti pratici della riforma Cartabia in condominio sono ancora da valutare. Tuttavia, è possibile ipotizzare che le nuove disposizioni possano portare a una riduzione del contenzioso condominiale, favorendo la risoluzione delle controversie in via amichevole.


Vantaggi della mediazione

La mediazione è un procedimento alternativo alla giustizia ordinaria che consente alle parti di risolvere una controversia in modo consensuale, con l'assistenza di un mediatore, un professionista imparziale che facilita il dialogo e la ricerca di un accordo.

Tra i principali vantaggi della mediazione, si possono ricordare:

  • Efficienza: la mediazione è un procedimento più rapido e meno costoso del processo civile.

  • Efficacia: la mediazione ha una maggiore probabilità di successo rispetto al processo civile, in quanto le parti sono direttamente coinvolte nella ricerca di una soluzione.

  • Consensualità: la mediazione consente alle parti di trovare una soluzione che soddisfi entrambe le esigenze.

Conclusione

La riforma Cartabia ha introdotto importanti novità in materia condominiale, con l'obiettivo di ridurre il contenzioso e favorire la risoluzione delle controversie in modo amichevole. I primi effetti della riforma si potranno valutare solo nel corso del tempo, ma è possibile ipotizzare che possano portare a un miglioramento della situazione condominiale.


Vai al programma di Condominio Eco


bottom of page